Smart working

Lo Smart Working è un’opportunità per lavorare in sicurezza, ad oggi numerosissime realtà sono state obbligate ad approcciarsi al lavoro agile in modo urgente.

Adottare lo Smart Working per l’azienda non vuol dire soltanto consentire al dipendente di operare da casa utilizzando le nuove tecnologie; lo Smart Working è soprattutto un modello che prevede la revisione del modo di lavorare dei dipendenti nella propria azienda. Questi infatti sono chiamati ad assumere maggiore autonomia, imparando a misurarsi sugli obbiettivi.

Le aziende che avevano già sperimentato il Lavoro Agile si sono trovate avvantaggiate anche nel corso dell’emergenza sanitaria Coronavirus: i dipendenti possedevano già gli strumenti, le competenze e la cultura per lavorare in modalità Smart Working ed erano noti i passi da compiere per estenderla a tutti. Per mettere in pratica il Lavoro Agile è necessario innanzitutto adeguare infrastrutture e piattaforme digitali.

Per ottenere risultati concreti però, questo non basta: è fondamentale, infatti, garantire  collaborazione, condivisione ,efficienza, contando su una digitalizzazione completa dei documenti – per garantire l’accesso al patrimonio informativo – e dei processi – per assicurare la prosecuzione delle attività, a prescindere dal luogo di lavoro e dal tipo di device utilizzato.

Riassumendo, ecco cosa significa passare dalla relazione d’ufficio alla relazione in SmartWorking:

•Luogo: ovunque , evoluzione di piattaforme di video conference
•Interazione: piattaforma di comunicazione integrata
•Condivisione: applicazioni aziendali flessibili, priorità a sistemi cloud
•Strumenti: vpn , necessaria per l’accesso alle risorse locali
•Sicurezza: aumentare il livello di sicurezza necessario investire nella cybersecurity